Reiki 

 

 

Reiki, “Energia Vitale Universale”

 

Il Reiki è un antichissimo sistema di autoguarigione naturale ed è un termine giapponese che si compone di due sillabe: Rei indica Universale; Ki descrive l’energia o forza vitale di ogni organismo vivente.

Il termine è quindi usualmente tradotto come Energia Vitale Universale. Reiki è infatti l’arte di armonizzare e riportare nel giusto equilibro la propria energia “personale” con quella “Universale”, avviando progressivamente nel nostro interno un processo globale di guarigione naturale: eliminazione delle tossine, alleggerimento di dolori acuti e cronici, rigenerazione dei tessuti e induzioni di uno stato di profondo buonumore e rilassamento.

E’ uno strumento che permette di esplorare il nostro mondo interiore, per un cammino verso la consapevolezza di sé stessi. Reiki è solo l'inizio del cammino e non l'arrivo, come molti pensano.

Ritrovando un contatto più naturale con questa realtà attorno e dentro di noi, possiamo innescare un processo di “autoguarigione” del nostro corpo e della nostra mente donando Amore. Gioia e Salute a noi stessi e agli altri. 

 

 

 

  

Quali sono gli effetti del Reiki sulle persone che ricevono un trattamento?

 

Reiki porta energia fresca all'organismo stimolandone la vitalità e le difese naturali. La persona che riceve il trattamento tende a liberarsi in modo spontaneo di tutto ciò che ne opprime il naturale stato di salute. Un profondo rilassamento psicofisico, una sensazione di benessere globale, una maggiore energia nell'affrontare la vita, gioia e buonumore, sono normalmente la reazioni immediate che conseguono il trattamento. Eliminazione delle tossine, alleggerimento di dolori acuti e cronici, rigenerazione dei tessuti sono solo alcuni dei più evidenti risultati che si possono facilmente ottenere. Reiki agisce infatti come liquido che aderisce spontaneamente alle pareti del recipiente che lo contiene senza alcun intervento specifico da parte nostra ed interviene quindi proprio là dove più ne abbiamo bisogno.

  

    

 

 

 

Come si diventa praticanti di Reiki? Come sono strutturate le lezioni?

 

Nel Reiki non vi è nulla di esoterico, non avviene mai nulla di innaturale nei trattamenti, né durante il momento del corso.

Grazie alla semplicità del metodo si apprendono le basi del Reiki con un corso che si svolge normalmente in un fine settimana. Non si richiedono capacità particolari né

conoscenze, se non il desiderio di riscoprire un modo naturale per vivere in salute.

E' un contatto spontaneo e naturale, una potenzialità insita nell'uomo che aspetta solo di essere riscoperta e come tale non vi è la possibilità che qualcuno possa non riuscirci: Reiki è accessibile proprio a tutti.

 

Quali sono le persone che possono trarre vantaggi dal Reiki

 

Coloro che decidono di avvicinarsi al Reiki, sono persone che decidono di iniziare il viaggio alla ricerca di sè stessi e l'esplorazione del loro Mal-Essere.

Possiamo dire che può essere utile per chiunque sia nella ricerca.

Si definisce il Reiki come una prima porta dove una persona può entrare per poter comprendere quel mondo magico che è sempre esistito e che spetta solo a noi riscoprire.

Esiste uno spazio che potremmo definire come la vetta di una montagna dove ogni individuo può riscoprire la sua fonte: “la Spiritualità”.

In quel punto del nostro Essere possiamo sentire quella sensazione di Pace, Armonia e Amore Universale. Va ricordato che in ogni pratica spirituale, è necessario

coltivare l'Amore e l'accettazione di sé stessi. Importante è di non cercare di amare gli altri prima di aver imparato ad amare sé stessi. 

 

 

Da diversi anni Reiki-entra-negli-ospedali-di-tutto-il-mondo-benefici-anche-su-pazienti-affetti-da-malattie-oncologiche-ed-emicranie

 

Il Reiki viene utilizzato con successo in numerosi ospedali e strutture sanitarie di tutto il mondo. La sua efficacia è stata testata nella terapia per alleviare ansia, paura e depressione nei pazienti affetti da malattie oncologiche, risultando spesso utile anche nel diminuire gli effetti della chemioterapia. Anche i pazienti affetti da emicranie hanno beneficiato dell’effetto rilassante e distensivo dei trattamenti, svolti in molti casi da volontari, ma anche dagli infermieri e dal personale medico. Di seguito un breve elenco degli ospedali e delle strutture che studiano e promuovono il Reiki in sinergia con la medicina tradizionale ITALIA

In Italia il Reiki viene effettuato ai pazienti secondo tariffario del S.S.N. al Centro di Medicina Psicosomatica dell’Ospedale S. Carlo Borromeo di Milano, all’Ospedale Versilia dell’Azienda Sanitaria della Regione Toscana ed al Policlinico di Roma.

Vi è da segnalare inoltre la significativa esperienza del C.O.E.S. (Centro Oncologico Ematologico Subalpino) dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni Battista di Torino Ospedale Molinette.

 

 

 

 

Letture consigliate:

* REIKI: Gli insegnamenti originali di Takata

* REIKI: L’Energia vitale universale di B.Baginski e S. Sharamon

* MANI DI LUCE: Come curarsi tramite il corpo energetico umano di B.A.Brennan

* LA PROFEZIA DI CELESTINO di J.Redfield

* IL MANUALE DEL GUERRIERO DI LUCE di P.Cohelo

* IL LIBRO ARANCIONE di Osho

* CONVERSAZIONE CON DIO di N.D. Walsh

 

 

 

 

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
©PALESTRA BUDOKWAJ VIA ZERBINI 10A 43125 PARMA TEL 0521 984333